LOADING

Cerca

LA PALLAVOLO FEMMINILE
(1970-2016)

 

Già all’inizio degli anni ’70 la Libertas affianca, alle squadre maschili, alcune compagini femminili che, almeno inizialmente, sono impegnate nei campionati CSI che, vale la pena di ricordarlo, in quegli anni rappresentano la migliore espressione della pallavolo provinciale.

Nel 1976 viene iscritta la prima squadra femminile della società ad un campionato FIPAV, la 3^ divisione, dapprima sotto la guida di Luciano Favari e poi sotto quella di Gilberto Aldegheri che, da solo o in coppia con Giuseppe Narcidi, dopo aver portato la squadra in I^ divisione, la guiderà fino all’inizio degli anni ’90, senza conoscere mai una retrocessione e, anzi, vincendo il maggior campionato provinciale nelle stagioni 1984/85 e 1985/86, senza avere la possibilità di disputare il campionato di Serie D regionale per la sofferta decisione societaria di cederne i diritti sportivi ad altri sodalizi. A seguito della seconda cessione dei diritti, la squadra riparte praticamente da zero, iscrivendo, nella stagione 1986/87 una sola squadra femminile nel campionato di U14.

La ricostruzione, però, non tarda a dare suoi frutti e, nell’arco di poche stagione, la squadra ritorna nei campionati di divisione salendo dalla III^ alla II^ ed approdando alla I^ divisione provinciale nella stagione 1992/93 sotto la guida di Franco Pezzo.

In questi anni il settore giovanile si sviluppa in modo importante, arrivando a competere con quello maschile sia nel numero di squadre che in quello dei tesserati. A differenza delle esperienze della metà degli anni ’80, ora la società ha una struttura che consente di pensare ai campionati regionali senza timori, e nel giro di 3 stagioni, sotto la guida diretta o indiretta di Michele Zordan, cui si affiancano, via via, Giuseppe Narcidi, Franco Foresti, Nicola Zanoccoli la squadra sale in serie D regionale al termine della stagione 1995/96, a 10 anni esatti dall’ultima, sfortunata, promozione firmata da Gilberto Aldegheri.

Le squadre del settore giovanile aumentano, ed oramai superano, in numero, quelle del maschile, che inizia a mostrare i primi segni della parabola discendente che è ancora in atto ai giorni nostri. Sono rappresentate praticamente tutte le fasce di età, e questa base importante consente, al termine della stagione 1997/98, dopo sole due stagioni di serie D, di accedere alla serie C regionale, dopo un campionato vinto alla grande. Per 6 stagioni, la squadra disputa il campionato di serie C, sempre sotto la supervisione di Michele Zordan affiancato, di volta in volta, da Franco Foresti, Luca Alloro, Luigi Marchi e Marco Pellegrini. Al termine della sfortunata stagione 2003/04, la squadra conosce la prima vera retrocessione della sua storia, tornando nel campionato regionale di serie D.

Nella stagione 2004/05 la Libertas si presenta al via del campionato di serie D regionale potendo contare anche su altre 6 squadre del settore femminile, il maggior numero mai raggiunto dall’inizio della sua storia. E si fregia anche di una squadra in I^ divisione, arrivata in 2 stagioni a questo traguardo guidata da Franco Pezzo e Giuseppe Narcidi.

Con una base in costante crescita, sono sufficienti 3 stagioni per il ritorno in serie C, la prima sotto la guida di Simone Perale, la seconda con Nicola Zanoccoli e la terza con Sergio Rigoni e Luigi Marchi. L’esperienza non è molto fortunata e, guidata nuovamente da Marco Pellegrini, la squadra non riesce a mantenere la categoria, e retrocede al termine della stagione 2007/08 dopo una sola stagione di serie C. Nel frattempo anche la seconda squadra alterna pregevoli stagioni a deludenti retrocessioni, ma il suo scopo è quello di formare le nuove leve, e quindi il risultato è comunque positivo: in preparazione alla prima squadra, le migliori atlete possono disputare comunque dei campionati provinciali importanti.

Seguono 4 stagioni in serie D, sotto la guida di Massimo Zuppini coadiuvato da Massimiliano Salbego, Matteo Gadioli con Giancarlo Ruffo, ancora Massimo Zuppini con Giancarlo Ruffo e Michele Pappalardo finchè, al termine della stagione 2011/12 la squadra ottiene una nuova chance di disputare la serie C, affiancata dalla seconda squadra che nella stagione precedente è ritornata in I^ divisione provinciale sotto la guida di Michele Zordan.

Inizia qui l’ultima fase in termini di tempo, quella che porta ai giorni nostri. Irrompe sulla scena Emanuel Frassoni che, cessata l’attività di giocatore della prima squadra maschile, guida la squadra, dapprima in coppia con Sergio Rigoni e poi con Michele Zordan, per tre stagioni consecutive, fino a quella attuale 2015/16. La seconda squadra conosce un periodo di flessione che la porta in II^ divisione al termine della stagione 2013/14.

Negli ultimi 5 anni il numero di squadre del settore femminile si è assestato sulle 8/9 unità, miglior risultato di sempre per la società montoriese.